lunedì 29 dicembre 2008

Carta Regionale dei Servizi (CRS)


Formigoni mi ha inviato qualche giorno fa una nuova fiammante Carta Regionale dei Servizi (che a me pare identica a quella che avevo prima, sempre della Regione Lombardia, ma tant'è), e considerato che mi spende un po' dei miei soldi per farmi avere dei servizi che, si spera, siano sempre migliori e tecnologicamente avanzati, ho pensato che ne devo fruire anche io. Dai volantini e dal sito si promettono servizi mirabolanti, come per esempio:
  • consultazione di tutte le prestazioni sanitarie (esito di esami clinici, ricoveri ospedalieri, prestazioni di pronto soccorso);
  • possibilità di prenotare visite;
  • elenco di tutti i medicinali prescritti, acquistati in farmacia;
  • possibilità di pagare presso negozi e su Internet, quando abilitati per la CRS;
  • possibilità di firmare elettronicamente i documenti.

Mi sono procurato in edicola il lettore di smart card (7,50 €) e, appena ho potuto, sono andato all'ASL di Cernusco L. a farmi rilasciare il PIN (e il PUK). La suocera li ha riscossi una settimana fa, peccato che non siano corretti, forse c'è stato qualche errore all'atto dell'emissione o non mi funziona bene il lettore, e allora proverò con la mia carta per chiarire il dubbio.

Arrivato in ASL scopro che è da parecchi giorni che la stampante è guasta, sotto le feste l'assistenza tecnica dell'ASL di Lecco è carente, per cui non riescono a stamparmi la fatidica coppia di numeretti magici. Cambio ASL, in provincia di Bergamo sono più efficienti, mi rilasciano il PIN subito: sono comunque contento, una pedalata in più non può che farmi bene dopo le abbuffate di questi giorni.

Torno a casa e provo ad usare la CRS. Bisogna dire che per funzionare bene ho dovuto mettere il sito www.crs.regione.lombardia.it tra i siti "trusted" di Internet Explorer. Comunque il collegamento funziona e recupero i miei dati di anagrafica: eh sì, sono proprio io, anche il medico curante associato a me è proprio lui (allora alla suocera hanno proprio dato il PIN sbagliato, ma come è possibile?).

Bene, passo a vedere qualche spesa in farmacia, e scopro che risulta registrato solo un acquisto a giugno: e le altre spese, dove sono? In effetti penso che forse vengono registrate solamente le spese per le quali esiste una ricetta medica, quelle che interessano veramente alla Regione.

Vabbé, andiamo avanti a scoprire la mia cartella clinica, che risulta però desolatamente vuota. Nulla di nulla. E le prenotazioni degli esami che farò a febbraio, dove sono? E la mia piccola operazione chirurgica di qualche giorno fa? Chiamo immediatamente il numero verde e mi risponde una signorina molto gentile (sarà in quel call center siciliano di cui avevano parlato a Report?) che mi informa che, per le prenotazioni, l'unica struttura al momento abilitata è un ospedale a Como, per cui vedo le prenotazioni solamente se le visite saranno svolte là.

Per le prestazioni già erogate, invece, esse sono state registrate nel sistema informativo solo se ho dato la mia CRS all'atto della erogazione della prestazione stessa. Chiedo se l'ospedale sia obbligato a inserirne i dati, e mi rispondono che sono obbligati ad inserire i dati, ma molti istututi comunque non lo fanno. Sono obbligati e non lo fanno, come la mettiamo? La signorina non sa cosa rispondermi (la Regione non fa controlli e non commina pene?) mi dice però che se i dati non compaiono sul sito web della CRS, devo contattare la direzione sanitaria e, protestando, obbligarli ad inserire i miei dati sulle prestazioni sanitarie ottenute. Rimango sconcertato.

Passiamo alla CRS come carta di pagamento. Sul sito non trovo nulla, la brochure mi dice di andare sul sito di www.bancaintesa.it per conoscere gli sportelli Bancomat abilitati ad attivare la funzione. Sarà quasi un anno che Banca Intesa non esiste più, dopo la fusione con Banca San Paolo, comunque il sito della banca non dice nulla, nessun riscontro. Penso che sia un servizio troppo ma troppo avanzato, userò paypal ancora per un po'.

Per l'uso della CRS per la firma dei documenti, penso che dovrò aspettare almeno la prossima dichiarazione dei redditi con l'Agenzia delle Entrate.

6 commenti:

aiellogianluca ha detto...

Anch'io l'ho installato, il mio comune di appartenenza distribuisce gratis il lettore.
Per ora ho fatto solo la stampa di un'auto certificazione di stato di famiglia.

Papà Volontario ha detto...

interessante: questo significa però che è stato il comune a integrare i suoi servizi con la CRS. bravo Cinisello!

giovanna ha detto...

Papaà..
Buon 2009!
Che sia davvero un anno migliore, per ognuno di noi, per il nostro paese e possa recare Pace in quei paesi dove troppi bambini sono oppressi dalle atrocità degli adulti.
auguri.
giovanna

Papà Volontario ha detto...

grazie giovanna, auguroni anche a te e alle tue classi

AmosGitai ha detto...

Buon 2009: spero sia per te un anno ricco di momenti sereni e felici

Annarita ha detto...

Ciao! Ti ringrazio della visita a Matem@ticaMente. Sei stato gentile. Torna quando vuoi, sarai il benvenuto:).

Rinnovo gli auguri per un 2009 radioso e prosperoso a te ai tuoi bimbi e alle persone che ami.

Annarita