sabato 7 agosto 2010

Ambiente: ci meritiamo il peggio!

Ogno giorno è una notizia di una ferita alla salute del nostro pianeta. Dalla dispersione di petrolio nel golfo del Messico agli incendi in Russia di questi giorni. Di oggi la notizia del distacco di un enorme iceberg di ghiaccio dalla Groenlandia. La Terra sta presentando il suo conto salato per lo scempio che gli uomini ne stanno facendo.

La cosa che mi fa più di ogni altra arrabbiare è l'enorme uso di plastica che facciamo, e che non sappiamo smaltire. Ormai sappiamo che negli oceani viaggiano intere isole di plastica formatesi con i rifiuti. Io faccio di tutto per evitarmi i sacchetti di plastica, portandomi per esempio al supermercato delle borse della spesa in stoffa, eppure mi riempio di flaconi in plastica, boccette, vaschette in polistirolo. E in giro le strade mi sembrano più sporche del solito: non esiste tratto di strada o campo che non abbia le sue bottiglie in PVC seminascoste dall'erba e dalla terra, con sacchetti e teli plastici di varia natura. Quando trovo chi getta rifiuti per terra con noncuranza, soprattutto alcuni fumatori di sigarette che gettano dapprima l'involucro del pacchetto e poi il pacchetto vuoto, lo faccio notare e vengo mandato a quel paese.

Mi viene quindi da dire: ci meritiamo proprio quello che ci sta succedendo.

Origine foto: Il Paese Nuovo

1 commento:

Pimpa ha detto...

Lungo la strada che faccio ogni giorno per il lavoro, ci trovo sempre qualche schifezza. Un giorno accanto a un sacchetto d'immondizia c'era un cartello di legno, con la scritta: SEI PROPRIO UN COGLIONE. Ho immortalato sacchetto e cartello con una foto, per farne un post, se lo farò.
Bello, quel cartello. Mi ha risollevato il morale. Bisognerebbe farne uno per ogni coglione, chissà mai che venga loro il sospetto di esserlo.