venerdì 29 giugno 2007

Argento vivo

I bambini sono argento vivo per definizione. Poiché la curiosità si accompagna con l'intelligenza, occorre invogliare alla curiosità i bambini. Devono essere sempre stimolati al gioco, che è il loro modo di conoscere il mondo che li circonda. E il genitore deve essere con loro in questa scoperta, stare al loro fianco, gratificandoli quando occorre, e riprendendo un loro comportamento non corretto quando capita.

Un genitore non può considerare i propri figli come un giocattolo, da "usare" quando si ha voglia ma da mettere in disparte quando si vuole dedicare il proprio tempo a fare altro. Una volta a casa dal lavoro, un genitore deve confrontarsi continuamente con i propri figli, deve stare con loro, fare vedere che c'è, sempre.

Per questo sono molto preoccupato dell'invadenza delle case farmaceutiche nella nostra vita, che sembra inventino per i bambini molto vivaci una nuova malattia. Anche Beppe Grillo ha ripreso più volte l'argomento, l'ultima volta qualche giorno fa. Stiamo con i nostri bambini, dedichiamo loro l'attenzione che meritano, amiamoli più che possiamo: non c'è nulla di più incolpevole e indifeso di un bambino, non c'è nulla di più colpevole di un genitore pigro e distratto.

2 commenti:

Laura ha detto...

Hai ragione...


Quant'è bello essere bambini e quanto non ce ne si rende conto quando lo si è...


un abbraccio!

Papà Volontario ha detto...

Penso che comunque un recupero in extremis sia sempre possibile, vedi B a N g i U. Ciao.