lunedì 2 luglio 2007

Di corsa

Gabriele va sempre di corsa, raramente cammina. Dal suo punto di vista, tutto ciò che è vita, piacere, gioia, deve essere raggiunto presto. E consumato con l'avidità dei suoi 3 anni e mezzo.

Venerdì scorso ha terminato il suo primo anno scolastico, di scuola Materna. All'uscita è corso incontro alla sua mamma che lo attendeva a braccia aperte, per portarlo al parco giochi fuori dal plesso scolastico, a concludere degnamente la settimana.

Oggi ha cominciato la scuola estiva. Già sapeva che avrebbe conosciuto nuovi bambini e nuove maestre, ma anziché inibirlo, questo fatto lo eccitava ancora di più. Arrivato nel luogo nuovo, la mamma non è riuscita a trattenerlo, e ancora prima del termine delle registrazioni di ingresso, era già corso verso un gruppo di bambini che giocavano con dei palloni.

Mi piace pensare a Gabriele che va di corsa, che va incontro alla vita.

4 commenti:

Laura ha detto...

Vorrei avere ancora gli occhi come li ha Gabriele...
In realtà credo di averli ancora, sono solo minacciati dal "diventare grandi", suppongo.


E vorrei che tutto fosse così facilce come nel commento che mi hai lasciato... Ma ti ringrazio comunque e spero che passerai ancora a trovarmi. :)


Un bacio a te e a Gabriele.

Papà Volontario ha detto...

Rimarrà sempre in te una bambina, per cui continuerai a vedere il mondo da più angolazioni: non devi vedere il “diventare grande” come una minaccia, devi solo ricordarti di lei di tanto in tanto.

E in generale, lo so che le cose possono essere non facili, nessuno può aiutarti veramente se non te stessa, e quella bambina. Ciao.

Briciole di Vita ha detto...

Mi piace pensare a Gabriele che va di corsa, che va incontro alla vita

Davvero bella questa immagine.. "correre incontro alla vita.." complimenti!






ps: Montevecchia? Io ci lavoro lì ;)

Papà Volontario ha detto...

Grazie del complimento. Da quello che capisco, oltre a frequentare più o meno le stesse zone, ascoltiamo più o meno anche le stesse radio, del tipo “disco-letto” … Ciao.